Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Fibra di cocco e dionea

Re: Fibra di cocco e dionea

Messaggioda Simeth » 15/05/2011, 14:51

Er Biconzo ha scritto:se non ricordo male Simeth, uno dei nostri utenti Svizzeri, sperimenta da tempo con discreti risultati la fibra di cocco sia per le dionee che per le sarre: i risultati sembrano migliori per le dionee rispetto alle sarracenie, che faticano leggermente ad adattarsi alla vita in substrato meno acido.

E' comunque sempre da portare avanti la sperimentazione :)

Bravi ragazzi, teneteci aggiornati :)



Immagine

Un ceppo di circa 30cm di diametro, con ascidi da 61 cm, larghezza sui 4, circa una 30ina di fiori.

Direi che il tuo concetto di "adattarsi male" è differente dal mio. :D
Immagine
Avatar utente
Simeth
Utente
Utente
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 16/06/2010, 15:19
Località: Lugano - Svizzera

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Fibra di cocco e dionea

Messaggioda Ermes » 15/05/2011, 15:46

premetto che di sarre non ne capisco niente, ma penso ci siano sarre e sarre magari quella che hai nel vaso '' che neanche so quale sia'' è una specie abbastanza rustica e tollera il cocco, bisognerebbe provare con varietà  pi๠fragili ed esigenti.Poi ovviamente se ho sbagliato chiedo venia.
Non mi contraddire perchè anche io sono un sostenitore della fibra di cocco.

P.S.
Mi fa piacere che sei approdato qui simeth.
Immagine
Avatar utente
Ermes
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1302
Iscritto il: 01/06/2010, 19:00
Località: Palermo
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: Ziobenny l'Africano
Coltivatore: 13 mag 2010

Re: Fibra di cocco e dionea

Messaggioda Er Biconzo » 17/05/2011, 14:57

Simeth ha scritto:
Er Biconzo ha scritto:se non ricordo male Simeth, uno dei nostri utenti Svizzeri, sperimenta da tempo con discreti risultati la fibra di cocco sia per le dionee che per le sarre: i risultati sembrano migliori per le dionee rispetto alle sarracenie, che faticano leggermente ad adattarsi alla vita in substrato meno acido.

E' comunque sempre da portare avanti la sperimentazione :)

Bravi ragazzi, teneteci aggiornati :)



Immagine

Un ceppo di circa 30cm di diametro, con ascidi da 61 cm, larghezza sui 4, circa una 30ina di fiori.

Direi che il tuo concetto di "adattarsi male" è differente dal mio. :D



Se fai un salto a vedere le foto dei miei idrovasi (torba e perlite) e fai un confronto, forse capirai perchè ne ho ben donde nel dire "adattarsi male in cocco" ;)
Scherzi a parte, è sempre un bene vedere sperimentazioni varie (anche perchà© la torba non la avremo per sempre), ma al momento la coltivazione in torba, per quanto riguarda le Sarracenie, da ancora migliori risultati :)

Porta avanti comunque la tua sperimentazione, perchè in futuro avremo sempre pi๠bisogno di materiale alternativi
Avatar utente
Er Biconzo
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 7802
Iscritto il: 23/03/2010, 19:24
Località: Albano Laziale (ROMA)
Medals: 1
Amministratore (1)
Titolo: The Doctor
Coltivatore: 19 feb 2002
Nome: Gianluigi

Re: Fibra di cocco e dionea

Messaggioda Simeth » 17/05/2011, 15:57

Er Biconzo ha scritto:Se fai un salto a vedere le foto dei miei idrovasi (torba e perlite) e fai un confronto, forse capirai perchè ne ho ben donde nel dire "adattarsi male in cocco" ;)
Scherzi a parte, è sempre un bene vedere sperimentazioni varie (anche perchà© la torba non la avremo per sempre), ma al momento la coltivazione in torba, per quanto riguarda le Sarracenie, da ancora migliori risultati :)

Porta avanti comunque la tua sperimentazione, perchè in futuro avremo sempre pi๠bisogno di materiale alternativi


Bhà© io posso guardare le foto delle tue piante e dire che stanno bene, punto.
Un confronto non posso farlo nà© io, nà© te, nà© altri visto che i parametri ambientali sono COMPLETAMENTE differenti: tu stai a Roma, io sotto le Alpi.
Il tuo clima, il tuo sole sono nettamente diversi dal mio (le tue son sveglie ormai da na vita, le mie stan cominciando ora: ho la leuco che inizia adesso coi primi ascidi, le dionee con i boccioli ora, etc...).
A questo bisogna aggiungere che tu hai le piante in serra, le mie sono in mezzo ad un prato, esposte a vento costante e mezze ombreggiate da un paio di alberi da frutto.

E nonostante tutto non mi pare il divario sia cosଠabissale (considera pure che devi paragonare la stessa pianta, altrimenti tanto vale parlar di grossezze e colori).

E infine aggiungo, come fai a dire categoricamente che il cocco è peggio della torba? Io sino ad ora non ho visto altri coltivare in cocco e mi pare che un caso sia un po' poco per generalizzare.
Immagine
Avatar utente
Simeth
Utente
Utente
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 16/06/2010, 15:19
Località: Lugano - Svizzera

Re: Fibra di cocco e dionea

Messaggioda Er Biconzo » 17/05/2011, 16:09

io mi ricordo quando tu stesso, con le foto agli esordi, avevi notato dei ritardi nella crescita (ne avevamo parlato insieme in un post, ricordi?), ed inoltre mi baso sul fatto che già  da torba a torba si notano grandi differenze di coltivazione (usando torbe migliori si hanno risultati migliori) e che la fibra di cocco ha un pH mediamente pi๠vicino alle torbe di bassa qualità , e se tanto mi da tanto...

Per il resto ti invito alla calma, nel caso ci fosse nella tua risposta, un velo di astio od altro sentimento poco gradito qui su CPItalia, perchè conoscendomi ( e mi conosci da tempo), saprai benissimo che non è necessario ;)
Avatar utente
Er Biconzo
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 7802
Iscritto il: 23/03/2010, 19:24
Località: Albano Laziale (ROMA)
Medals: 1
Amministratore (1)
Titolo: The Doctor
Coltivatore: 19 feb 2002
Nome: Gianluigi

Precedente

Torna a Le vostre esperienze, scoperte, esperimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron