Raccolta, stoccaggio e messa a dimora tuberi di Drosere tuberose

Da Wikiplants.

Indice

Introduzione

Prima di avventurarsi nella coltivazione di queste meraviglie della natura, è doveroso leggere attentamente la scheda di Coltivazione Drosere tuberose.


In questa pagina sarà spiegato passo per passo come raccogliere in primavera, conservare per tutta l'estate e poi rimettere a dimora nei vasi, all'arrivo dell'autunno, i tuberi delle Drosere tuberose.

ATTENZIONE: questo è un metodo alternativo, poichè, come leggerete anche nella scheda di coltivazione delle Drosere tuberose, esiste la possibilità di conservare i tuberi in dormienza direttamente all'interno dei vasi (ad umidità controllata) fino all'arrivo dell'autunno e quindi la ripresa vegetativa.

Raccolta

Arrivati verso Aprile/Maggio, le nostre Drosere tuberose avranno perduto completamente la parte aerea e si saranno rifugiate nei tuberi.

Il periodo ideale per la raccolta dei tuberi e lo stoccaggio in bustine è verso Giugno: in questo modo, ad oltre un mese dall'entrata in riposo vegetativo, avremo dato modo al tubero di ridurre al minimo il proprio metabolismo.


Raccogliere i tuberi sarà molto facile, basterà infatti prendere il vaso, capovolgerlo, e setacciare delicatamente a mano il substrato, alla ricerca dei piccoli tuberi (che solitante si trovano nella parte bassa), facendo molta attenzione poiché alcune tuberose li producono di colore chiaro, facilmente confondibili con la perlite.


Vuotatura vaso tuberi.jpg

Vuotatura vaso tuberi 2.jpg

Panetto tuberi.jpg

Disgregamento panetto tuberi.jpg

Stoccaggio

Una volta raccolti i tuberi, si procederà col sistemarli in una garza o carta scottex leggermente umida (che non permetterà al tubero di disidratarsi e seccare). Quest'ultima sarà poi inserita in una bustina trasparente a chiusura ermetica.

Dopo lo stoccaggio, la bustina contenente i tuberi dovrà essere posta in un luogo buio a temperature abbastanza fresche (possibilmente una cantina, ma anche il cassetto di un comodino, se posto in luogo fresco, andrà bene) controllando il contenuto di tanto in tanto e assicurandosi che la garza non sia mai completamente asciutta. Conserveremo in questo modo i tuberi fino a fine estate/inizi dell'autunno.

Busta e garza tuberi.jpg

Tuberi su garza.jpg

Chiusura garza tuberi.jpg

Garza in busta tuberi.jpg

Messa a dimora

Controllando di tanto in tanto, ed avvicinandosi la stagione vegetativa dei tuberi (autunno/inverno) si noteranno i nuovi germogli spuntare.

Germogli tuberi.jpg

Adesso è il momento di preparare il vaso: disporre i tuberi, col germoglio rivolto verso l'alto, a 1-3cm di profondità e ricoprirli con substrato molto leggero (l'ideale sarebbe porre sopra ad i tuberi unicamente sabbia di quarzo lassamente amalgamata con torba), e cominciare a fornire acqua in modo molto graduale, ponendo nel sottovaso 1 cm di acqua costante, ed annaffiando (molto delicatamente, onde evitare di spostare il substrato superficiale posto sopra ad i tuberi) dall'alto una volta alla settimana. Porre il tutto in posizione soleggiata.

Disposizione tuberi.jpg

Sub asiutto tuberi.jpg

Le prime foglie

Appena il germoglio spunterà dal substrato, sarà possibile smettere di annaffiare anche dall'alto e ricorrere esclusivamente all'uso del sottovaso (1-4 cm di acqua, in base all'altezza del vaso, andranno benissimo).

Prime foglie tuberi.jpg

Piccole piante tuberi.jpg


Adesso siamo pronti ad iniziare una nuova stagione vegetativa.

Consigliamo di leggere la scheda di Coltivazione Drosere tuberose


  • Autore: Sonia80pi & MrPC
  • Fonte img: MrPC
Strumenti personali