Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Effetti concimzione eccesiva in Nepenthes

Effetti concimzione eccesiva in Nepenthes

Messaggioda capensos » 12/01/2012, 13:36

Salve prima di partire ho voluto fare un piccolo esperimento per osservare quali sono gli effetti visibili di un eccesso di concimazione in diverse nepenthes, oviamente conicmazione in ascidio perchè le radici non avrei potuto osservarle.

Le cavie sono state una bicalcarata, una hokkeriana e una mirabilis var globosa.

Ho preparato un bicchierino di carta con un bel pò di concime granulare "asso di fiori" e ho aggiunto qualchè goccia d'acqua, il concime è stato disciolto del tutto, ma la soluzione era quasi satura.
Con questa soluzione bella concentrata ho riempito fino all'orlo un solo ascidio per pianta.
Tutte e tre le piante hanno la stessa dimensione e pi๠o meno anche la dimensione degli ascidi era la stessa.
L'effetto di questa pesante concimazione, come mi aspettavo, non ha interessato soltanto l'ascidio ma in alcune piante hanno intaccato parte della foglia o l'intera pianta.
Ad ogni modo la bicalcarata è stata quella che ha sopportato meglio la massiccia concimazione limitandosi a seccare e muffire l'intero ascidio viticcio escluso.
La hokkeriana ha subito maggiormente e ha annerito anche la parte centrale della punta della foglia, oltre a tutto il viticcio.
Infine per la mirabilis var globosa gli effetti sono stati devastanti e quasi tutta la parte aerea della pianta è stata compromessa, solo le ultime due foglie sono restate sane, in tutte le altre foglie l'effetto dell'eccessiva concimazione le ha disidratate partendo dalla parte pi๠vicina al fusto per arrivare verso la punta ed infatti viticci ed ascidi delle foglie compromesse sono perfettamente sani, solo nella foglia precedente a quella che portava l'ascidio concimato gli effetti sono arrivati sino all'ascidio che è seccato, inoltre tutte le foglie erano ondulate e poco turgide.
La foglia che portava l'ascidio concimato, come avrete già  immaginato, ha iniziato a disidratarsi invece dalla punta verso il fusto.
Il fusto è rimasto tonico e non sembra compromesso molto probabilmente grazie alla presenza di un maggior inspessimento delle pareti cellulari delle cellule del fusto.
Nelle foglie invece l'elevata presenza di soluti ha letteralmente pompato fuori tutta l'acqua presente nelle cellule pi๠deboli e la pianta non è stata in grado di "tagliare i ponti" con l'ascidio ma ha continuato ad assorbire e trasportare i nutrienti al resto della stessa.

Oltre a rilevare visvamente gli effetti di un'eccessiva concimazione questo piccolo esperimento mi ha fatto capire che la capacità  di tolleranza alla concimazione è estrememente variabile fra nepenthes d specie diversa, ipotizzo inoltre che l'età  della pianta sia direttamente proporzionale alla capacità  di tolleranza alle concimazioni.

Finalmente ecco le foto che tanto aspettavate :) sono state scattate dopo 5 giorni dalla concimazione, le piante prima godevano tutte di ottima salute :) porelle!

Mirabilis var globosa

Questa è la foglia precedente a quella che portava l'ascidio su cui è stato effettuato il test l'unica in cui gli effetti della disidratazione sono arrivati sino all'ascidio!
8404

La foglia e l'ascidio test sono seccati il giorno stesso, la foto non la ho ma vi assicuro che non c'era pi๠nulla di verde o di vivo!

8406
In questa foto di vede il taglio della foglia che ha portato l'ascidio test, inoltre si può vedere che le ultime foglie sono quasi del tutto sane.

8408
Qui si può notare la disidratazione delle foglie vicine.
La venatura centrale rossa delle foglie è una caratteristica della colorazione di questa pianta e non è correlata alla concimazione, come si può vedere in questa foto:
8407

Hokkeriana
8405
Ecco la punta della foglia che portava l'ascidio test in cui gli effetti della concimazione hanno coinvolto anche il viticcio e parte della foglia.

Bicalcarata
8403
E' risultata essere la pi๠tollerante, gli effetti della concimazione hanno interessato solo l'ascidio, il viticcio è rimasto verde già  dopo la curva.

Quando avrò altre piante disponibilଠproverò a effettuare lo stesso test tenendo l'umidità  sopra il 90%

Spero abbiate trovato interessante :ciaoo:

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 8:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Effetti concimzione eccesiva in Nepenthes

Messaggioda Aint » 12/01/2012, 15:48

cavolo che devastazione! =(

comqunue complimenti per l'esperimento!
Avatar utente
Aint
Utente
Utente
 
Messaggi: 1422
Iscritto il: 02/09/2011, 16:55
Località: Casinalbo
Titolo: Nerd
Coltivatore: 21 mar 2011
Nome: Marco

Re: Effetti concimzione eccesiva in Nepenthes

Messaggioda _link_ » 12/01/2012, 16:05

capensos ha scritto:Nelle foglie invece l'elevata presenza di soluti ha letteralmente pompato fuori tutta l'acqua presente nelle cellule pi๠deboli e la pianta non è stata in grado di "tagliare i ponti" con l'ascidio ma ha continuato ad assorbire e trasportare i nutrienti al resto della stessa.


ciao capensos, volevo chiederti una cosa riguardo il fatto che la foglia ha pompato fuori tutta l'acqua, ciò è dovuto dall'effetto della pressione osmotica oppure sbaglio? (non so se ho detto una cavolata ma da quello che abbiamo studiato a scuola il principio è quasi lo stesso).
comunque ottimo esperimento, davvero interessante, credo che bisognerebbe farne qualcun'altro però con concentrazioni diverse (tipo 5ml/l 20ml/l e cosଠvia....) su piante uguali (tipo tutte ventrate o tutte miranda ecc...) verrebbe fuori un bell'esperimento magari da poter riportare anche sul wikiplants :)
Avatar utente
_link_
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1171
Iscritto il: 15/04/2010, 15:28
Località: Gragnano (NA)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: Buckethead
Coltivatore: 0- 6-2008
Nome: Emilio

Re: Effetti concimzione eccesiva in Nepenthes

Messaggioda Sampey » 12/01/2012, 16:28

Scusa ma cosa ti aspettavi con una concentrazione simile di sali?
Vuoi vedere fino a che punto fa male ofino a che punto fa bene il concime?
Avatar utente
Sampey
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 13/12/2011, 15:36
Coltivatore: 01 feb 2005
Nome: Orazio

Messaggioda capensos » 12/01/2012, 17:46

Mi aspettavo proprio questo :)
Come ho già  detto questa specie di esperimento è stato fatto proprio per vedere quali sono gli effetti di un eccesso di concimazione, dato che mi sto accingendo a pompare delle giovani neppuzze higland a cui tengo particolarmente volevo essere certo di come riconoscere gli effetti di una concimazione troppo elevata per poter intervenire tempestivamente con rinvaso o potature se dovesse essere necesario.

_link_ ha scritto:ciao capensos, volevo chiederti una cosa riguardo il fatto che la foglia ha pompato fuori tutta l'acqua, ciò è dovuto dall'effetto della pressione osmotica oppure sbaglio? (non so se ho detto una cavolata ma da quello che abbiamo studiato a scuola il principio è quasi lo stesso).


E' molto probabile che si tratti dall'effetto della pressione osmotica, anche se non è da sottovalutare la tossicità  dell'ammonio che può seriamente danneggiare le membrane cellulari.
Il classico "fertilizer burn" avviene quando nel substrato è presente un eccessiva quantità  di soluti che alzano il potenziale idrico del substrato (il lavoro che deve compiere la pianta per "strappare" l'acqua dal substrato) impedendo alle radici di assorbire e, in alcuni casi tirando fuori dalle radici l'acqua.
Nel nostro caso le radici hanno continuato a funzionare normalmente, all'interno dell'ascidio invece la concentrazione di soluti era tale da aver tirato fuori l'acqua da li facendo seccare le cellule con membrana pi๠debole, ovvero quelle delle foglie, la "venatura" delle foglie, come i viticci, infatti in pochi casi è stata compromessa poichè nei canali per il trasporto dei soluti le pareti cellulari sono pi๠resistenti grazie alla presenza di metaboliti secondari come la lignina.

_link_ ha scritto:credo che bisognerebbe farne qualcun'altro però con concentrazioni diverse (tipo 5ml/l 20ml/l e cosଠvia....) su piante uguali (tipo tutte ventrate o tutte miranda ecc...)

Per un discorso del genere bisognerebbe avere mooolto tempo e piante a disposizione e non credo che si riuscirebbe facilmente a tirare fuori qualcosa di serio :)
Penso che ogni specie reagisca in modo differente e quindi gia quଠbisognerebbe avere molti esemplari per ogni specie, inoltre le variabili che influiscono sulla tolleranza alla concimazione sono parecchie anche all'interno di una stessa specie :) Temo non sia proprio semplice semplice :P
Io mi accontento di aver evidenziato gli effetti che causa in modo da saper intervenire al minimo segnale ;)

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 8:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni


Torna a Le vostre esperienze, scoperte, esperimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron