Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Idrocoltura

Re: Idrocoltura

Messaggioda muscipula59 » 15/07/2011, 16:50

Sono passati altri 5 giorni, il primo stelo floreale non è ancora completamente fiorito,
ma dal centro della rosetta, ecco crescere inaspettatamente un secondo stelo floreale.

Immagine
Avatar utente
muscipula59
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 622
Iscritto il: 15/04/2010, 8:42
Località: Pavia
Medals: 1
Secondo classificato (1)
Coltivatore: 0- 9-2003
Nome: Tony

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Idrocoltura

Messaggioda capensos » 03/09/2011, 10:46

Ciao Tony come dicevo qualche pagina fà  alla fine mi sono cimentato anche io nell'idrocoltura, ieri sera Ho messo questi miniseedlings di dionaea in cubi di lana di roccia, vi posto qualche foto di oggi:

6546
6547
6548

L'idea è quella di fare un mini esperimento per vedere pi๠o meno in che condizioni riesce a vivere una dionaea in idroponica passiva, e soprattutto capire se serve necessariamente un ph acido in substrato inerte. Ora sono solo tre cubi ma oggi ne prendo degli altri perchè ho ancora diversi semi...

Ogni cubetto contiene 3 tre seedlings che verranno coltivati in questo modo:
-cubo1: solo acqua osmotica;
-cubo2: acqua osmotica con aggiunta di microelementi;
-cubo3: acqua osmotica, microelementi e ph acido;
-cubo4: acqua osmotica a ph acido.

Spero di avere abbastanza semi per poter fare almeno 2 cubi da 3 sedlings per ogni caso.
Vi terrò aggiornato sugli sviluppi.

PS: devo ancora trovare un sistema antialga...qualche consiglio?

Fighter

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 7:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni

Re: Idrocoltura

Messaggioda EliLili » 03/09/2011, 12:20

Discussione molto interessante!
Magari adesso provo anch'io con il metodo di muscipula59, però invece che acidificare con il te provo con il succo di limone... oggi compro il necessario :)
-------------------------------------------------------------------------------------

EliLili

La mia Growlist!!!

cit. "La passione carnivora è una pazzia che va assecondata"

Olimpiadi delle Neuroscienze
Avatar utente
EliLili
Utente
Utente
 
Messaggi: 885
Iscritto il: 26/07/2011, 20:09
Località: Cles (TN)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 10 ago 2010
Nome: Elisa

Re: Idrocoltura

Messaggioda capensos » 03/09/2011, 12:26

ecco il prodoto che utilizzerò per fornire i nutrienti:

http://www.growthtechnology.com/ionic.asp

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 7:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni

Re: Idrocoltura

Messaggioda muscipula59 » 03/09/2011, 13:02

capensos ha scritto:PS: devo ancora trovare un sistema antialga...qualche consiglio?


Le alghe proliferano con la luce specialmente quella solare, quello che posso consigliarti è di ricoprire i vasetti con della carta stagnola in modo da isolare radici e substrato dalla luce...
Avatar utente
muscipula59
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 622
Iscritto il: 15/04/2010, 8:42
Località: Pavia
Medals: 1
Secondo classificato (1)
Coltivatore: 0- 9-2003
Nome: Tony

Re: Idrocoltura

Messaggioda CarloC » 03/09/2011, 18:01

capensos ha scritto:Ogni cubetto contiene 3 tre seedlings che verranno coltivati in questo modo:
-cubo1: solo acqua osmotica;
-cubo2: acqua osmotica con aggiunta di microelementi;
-cubo3: acqua osmotica, microelementi e ph acido;
-cubo4: acqua osmotica a ph acido.


ho fatto qualche breve ricerca sulla lana di roccia,

i microelementi non dovrebbero essere un problema: sono già  presenti nel materiale stesso (anche se nessuno lo dice un materiale inerte non è che non rilascia nulla, in realtà  reagisce lentissimamente), in ogni caso un piccolo extra potrebbe aiutare :)

il grosso problema è il pH decisamente basico della lana di roccia. Usare una soluzione poco acida potrebbe non bastare, ho letto che di solito bisogna trattarla prima di metterci semi/piante

per il momento è tutto, spero ti possa essere di aiuto :)
Avatar utente
CarloC
Utente
Utente
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 10/04/2011, 9:44
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 0-10-2008
Nome: Carlo

Re: Idrocoltura

Messaggioda capensos » 03/09/2011, 19:26

Di grande aiuto! Grazie ad entrambi. Io penso che reagendo lentissimamente, alteri anche il ph lentissimamente, cioè in tempi non apprezzabili, una volta che la si è imbibita di soluzione, al ph desiderato, si dovrebbe essere a posto... se hai scoperto altre informazioni Carlo condividile!
Tony l'idea della stagnole è ottima, soprattutto nel mio caso, grazie mille!
Hai provato altri nutrienti oltre all'osmocote e all'idrovigor? Se avessi abbastanza semi mi piacerebbe fare anche una prova con nutrienti diversi, tipo un campione con solo microelementi, e un campione con un fertilizzante completo ma a basso tenore di N e in dosi molto diluite....magari provo con le drosere, però sarebbe bello provare con le dionaee perchè sono le pi๠sensibili da questo punto di vista ed è anche per questo che le ho scelte... Vedremo
Grazie a tutti e complimenti ancora Tony per la aliciae!

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 7:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni

Re: Idrocoltura

Messaggioda gio_mene » 03/09/2011, 19:35

io penso che il ph non sia cosi fondamentale se si coltiva in un terreno inerte...acqua pura, substrato inerte e piccolissime dosi di microelementi ogni tanto...vedrò se riuscirò a confermare la mia teoria..:) adesso sono solo idee che mi girano in testa...ma finchà© non si prova non si puo dire con certezza :)
Avatar utente
gio_mene
Utente
Utente
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 21/10/2010, 14:16
Località: Bovolone (VR)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 0- 0-2010
Nome: Giovanni

Re: Idrocoltura

Messaggioda Er Biconzo » 03/09/2011, 23:40

quoto quanto detto circa l'acidità : l'acidità  è un requisito che necessita il substrato per non marcire allagato, non necessariamente la pianta (è risaputo che in natura si ritrovano esemplari di piante carnivore in ambienti netri o addirittura basici).

Una volta che il substrato non marcisce, l'unico fattore limitante circa il pH è l'assorbimento dei microelementi, perchè alcuni vengono assorbiti maggiormente a pH acido.

c'è solo da sperimentare ragazzi...allla grandeeee :) :)
Avatar utente
Er Biconzo
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 7802
Iscritto il: 23/03/2010, 19:24
Località: Albano Laziale (ROMA)
Medals: 1
Amministratore (1)
Titolo: The Doctor
Coltivatore: 19 feb 2002
Nome: Gianluigi

Re: Idrocoltura

Messaggioda CarloC » 04/09/2011, 10:29

capensos ha scritto:Io penso che reagendo lentissimamente, alteri anche il ph lentissimamente, cioè in tempi non apprezzabili, una volta che la si è imbibita di soluzione, al ph desiderato, si dovrebbe essere a posto...


se hai della cartina al tornasole fai qualche controllo, sopratutto sul liquido a contatto con il substrato. Nella lana di roccia potrebbe essere presente ossido di calcio e quello è terribilmente basico
Avatar utente
CarloC
Utente
Utente
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 10/04/2011, 9:44
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 0-10-2008
Nome: Carlo

Re: Idrocoltura

Messaggioda capensos » 04/09/2011, 19:05

Cavioli ossido di calcio, sei sicuro? Sarebbe una bella fregatura non acidificarlo se fosse vero, ultimamente ho il phometro sballato, devo risettarlo ma ho finito le soluzioni, domani le vado a comprare, in ogni caso il fertilizzante che sopra ho citato ha un ottimo tampone e spero basti. Grazie per l'info.

PS: Per Gio e Gian, la penso esattamente come voi :)

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 7:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni

Re: Idrocoltura

Messaggioda capensos » 09/09/2011, 9:46

Piccolo aggiornamento.
Sono passati 8 giorni dall'inizio dell'esperimento ho calibrato il phometro e ho notato uno strano fenomeno, penso che non sia dovuto alla lana di roccia ma ai microelementi e le sostanze usate per acidificare.
Ph della soluzone con sola acqua osmotica: nessuna variazione
Ph della soluzione acidificata con solo limone e senza microelementi: nessuna variazione
Ph della soluzione con microelementi acidificata con limone: innalzamento di 1,6 punti
A breve una prova con microelementi acidificato con PHminus
I microelementi che ho acquistato sono leggermente basici e credo che sia stata l'interazione fra questi e il succo di limone a causare l'innalzamento di ph(da 3.9 a 5.5) infatti la prima misurazione di ph l'ho presa ingenuamente solo dopo 1-2 minuti in seguito all'aggiunta del succo di limone.

Ecco in ogni caso qualche foto dei vari campioni:

6692
Questo cubo è tenuto in sola acqua osmotica, il ph nonostante dsi tratti di acqua osmotica è sempre restato costante a 7.1

6693
Questo cubo è nelle stesse condizioni del precedente, come si può notare, sono morti due seedlings.

6694
Questo cubo è tentuto in acqua osmotica e microelementi ed è quello che mi sta dando pi๠soddisfazioni, si può vedere che i seedlings stanno già  buttando la prima vera fogliolina (lo so che partendo da seme con tutta probabilità  si tratta di una casualità  ma quelli del gruppo di controllo in torba settacciata sono leggermente pi๠indietro :P )

6695
Questo cubo è tenuto in acqua osmotica con microelementi a ph 5.5

6696
Questo cubo è tenuto in acqua osmotica con microelementi a ph 3.9

A breve inizierò a fare delle prove con sistema DWC usando solo fibra di cocco come substrato, sempre con semini di dionee. Ciao a tutti

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 7:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni

Re: Idrocoltura

Messaggioda CarloC » 09/09/2011, 16:53

capensos ha scritto:I microelementi che ho acquistato sono leggermente basici e credo che sia stata l'interazione fra questi e il succo di limone a causare l'innalzamento di ph(da 3.9 a 5.5) infatti la prima misurazione di ph l'ho presa ingenuamente solo dopo 1-2 minuti in seguito all'aggiunta del succo di limone.


Mi sembra improbabile che sia coinvolto il succo di limone (al massimo dovrebbe fare da tampone), o il pH della soluzione con microelementi era molto basico e ci sei andato pesante oppure è quel pezzo di lana di roccia che è diverso dagli altri.

puoi linkarmi il prodotto usato? (mi ricordo che da qualche parte l'avevi messo ma non riesco + a trovarlo :P)
specifica anche le quantità , come lo hai aggiunto e tutto quello che ti viene in mente, magari scopriamo il motivo :)
Ultima modifica di CarloC il 09/09/2011, 16:56, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
CarloC
Utente
Utente
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 10/04/2011, 9:44
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 0-10-2008
Nome: Carlo

Re: Idrocoltura

Messaggioda CarloC » 09/09/2011, 16:54

edit: volevo modificare il messaggio precedente invece l'ho quotato >_< scusate
Avatar utente
CarloC
Utente
Utente
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 10/04/2011, 9:44
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 0-10-2008
Nome: Carlo

Re: Idrocoltura

Messaggioda capensos » 09/09/2011, 17:59

Il prodotto linkato è questo: http://www.growthtechnology.com/ionic.asp
Tuttavia il negozio c'è l'ha ancora in ordinazione e nel frattempo sto usando il BN trace mix della bio nova

0,36% Fe (ferro HEEDTA chelato)
0,08% Mn (manganese EDTA chelato)
0,09% Zn (zinco EDTA chelato)
0,4% B (boro monoidrato)
0,06% MO (sodio molibdato)

Sono stato ingenuo perchè ho preso i valori di pH poco dopo aver preparato le soluzioni. Questo prodotto non mi sembra eccessivamente basco perchè dopo l'aggiunta all'acqua osmotica, che essendo priva di sali che tamponano, il ph è rimasto 7.1. Poi ho aggiunto qualche goccia di limone fino a portare il pH a 3,9 e, dopo aver rilevato 5.5 tre giorni fa, ora ho rilevato 7.1. Mi sono accorto che anche il campione (che non sto usando per ora) tenuto con sola lana di roccia e acqua e limone si è uniformato agli altri e ha un valore di 7.1. A questo punto è molto probabile che sia merito della lana di roccia, in ogni caso ho visto che il ferro e altri elementi sono in forma chelata e questo dovrebbe permettere alla pianta di assorbirli anche in presenza di ph basico. Voglio trovare comunque un modo permanente per acidificare la lana di roccia. Per inciso anche il campione che tre giorni fa era a 3.9 (e che sto usando con i seedlings) oggi si è alzato a 6.0. Se è la lana di roccia o meno sono sicuro che l'effetto alcalinizzante avviene lentamente. Se lasciassi il cubo in mezzo litro di soluzione con acqua non osmotica a pH 3,5 per un paio di giorni dici che potrei risolvere? Grazie per i consigli :)

"squat is the way"
Avatar utente
capensos
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 31/03/2011, 7:43
Località: Ferrara
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 29 mar 2011
Nome: Giovanni

PrecedenteProssimo

Torna a Le vostre esperienze, scoperte, esperimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron