Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Ho lo sfagno e adesso?

Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Lorena » 16/06/2015, 17:48

Ciao a tutti! E' il mio primo post su quest bel forum! :D :D
Vorrei chiedervi informazioni su come coltivare le dionee con l'aiuto dello sfagno. Ho appena comprato una bella porzione di sfagno vivo e ho messo in piedi un paio di sfagnere dato che la quantita' ricevuta e' davvero tanta. Assieme allo sfagno ho ricevuto anche queste due piantine con questo simpatico "muschio" sul substrato , e' lo sfagno che vegeta? Come faccio a replicare questo "muschio" superficiale anche sulle mie dionee che non lo hanno? Di questo sfagno ne ho davvero un bel pezzo circa 35x35 con uno spessore notevole, so che lo potro' usare durate i rinvasi, ma ora che ne posso fare di tutto questo sfagno?
Immagine
Lorena
Utente
Utente
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 16/06/2015, 17:25
Coltivatore: 01 giu 2015
Nome: Lorena

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Salva » 16/06/2015, 18:38

Ciao
Puoi trovare tutte le risposte in Wikiplants.
http://www.cpitalia.net/wiki/index.php/Sfagno.
Sulle tue piantine puoi mettere lo sfagno attorno alla piantina senza problemi, sminuzzato o per intero col tempo cresce e aumenta di volume.
Se hai tantissimo sfagno e non sai cosa farne, puoi metterlo al sole e essiccarlo, ma io farei un'altra sfagnera.
Avatar utente
Salva
Utente
Utente
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 16/04/2015, 17:00
Località: Napoli
Nome: Salvatore

Re: Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Lorena » 16/06/2015, 18:59

Grazie delle info! Ma l'effetto tappetino verde molto soft che vorrei, si ottiene con lo sfagno vegetante? Verra' come quello delle dionee della foto o diventa piu' "pesante"?
Ecco come mi piacerebbe, verra' cosi?
Immagine
Lorena
Utente
Utente
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 16/06/2015, 17:25
Coltivatore: 01 giu 2015
Nome: Lorena

Re: Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Salva » 16/06/2015, 19:31

Quello non mi sembra sfagnio, comunque hai delle bellissime piante con colori molto belli.
Avatar utente
Salva
Utente
Utente
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 16/04/2015, 17:00
Località: Napoli
Nome: Salvatore

Re: Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Ribets » 16/06/2015, 21:01

Ciao Lorena,
Quel tappetino che vedi sul substrato delle tue dionaee non è dovuto allo sfagno... Ad essere sincero a me il tappetino così è venuto solo nelle piante in terrario, fuori non l'ho mai visto...
Comunque bellissime piante!
Avatar utente
Ribets
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 320
Iscritto il: 16/05/2011, 22:58
Località: Roma
Titolo: DottIngAerospaziale
Coltivatore: 0- 2-2009
Nome: Matteo

Re: Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Paolo CPI » 16/06/2015, 21:29

Purtroppo Lorena quello è solamente muschio, che si forma da solo, e spesso molto copioso, nei vasi.

Per avere un "tappetino" di sfagno io faccio cosi: taglio lo sfagno con delle forbici in pezzi piccoli (non proprio una pappetta ..) e lo adagio sulla superficie del vaso, che ho preparato con un'ultimo strato sottile di sola torba. Questo aiuterà a far attecchire meglio lo sfagno.
Lo strato dovrà però essere tenuto umido iper un po di giorni con una spruzzetta.
La preparzione dello strato di sfagno è meglio farla ad inizio stagione, assieme ai rinvasi, in quanto l'iniziale crescita dello sfagno è piuttosto lenta.
Poi ... si pota.
Avatar utente
Paolo CPI
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 28/02/2011, 10:30
Località: Trentino
Medals: 1
Secondo classificato (1)
Titolo: DR. GreenHOUSE
Nome: Paolo

Re: Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Lorena » 16/06/2015, 23:01

Grazie ragazzi, siete stati gentilissimi, ora ho le idee un pochino piu' chiare! Ma quello disidratato come viene usato?
Lorena
Utente
Utente
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 16/06/2015, 17:25
Coltivatore: 01 giu 2015
Nome: Lorena

Re: Ho lo sfagno e adesso?

Messaggioda Ribets » 17/06/2015, 1:21

In genere lo stagno secco si usa molto per il substrato di piante come nepenthes e heliamphore e dicono sia molto buono per far radicare le talee fogliari dei cephalotus. Per quanto riguarda le dionaee in sostanza si usa come lo sfagno normale con la comodità che non cresce e quindi non devi stare li a potare.
Avatar utente
Ribets
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 320
Iscritto il: 16/05/2011, 22:58
Località: Roma
Titolo: DottIngAerospaziale
Coltivatore: 0- 2-2009
Nome: Matteo


Torna a Materiali, acqua, temperature e luce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti

cron