Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Acqua piovana con carboni attivi

Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Luca.Ct » 12/01/2014, 17:24

Ciao a tutti, ho una cisterna piena d'acqua piovana piena da molti anni,ho misurato i valori con un misuratore tds e mi riporta 70.
Secondo voi acquistando e mettendo un pò di carboni attivi si sistemano i valori? Posso utilizzare l'acqua?
Growlist

Guardo le stelle e vedo dionee,
Guardo la luna e vedo drosere,
Guardo gli alberi e vedo sarracenie,
Vi prego, spostatevi, mi state impedendo la visuale.
Avatar utente
Luca.Ct
Utente
Utente
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 13/06/2012, 19:35
Località: Catania
Titolo: Carnivoro
Coltivatore: 14 apr 2010
Nome: Luca

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Gengis » 12/01/2014, 19:55

Luca.Ct ha scritto:Ciao a tutti, ho una cisterna piena d'acqua piovana piena da molti anni,ho misurato i valori con un misuratore tds e mi riporta 70.
Secondo voi acquistando e mettendo un pò di carboni attivi si sistemano i valori? Posso utilizzare l'acqua?


Con i carboni attivi abbasserai sicuramente la conducibilità, l'ideale sarebbe però farli attraversare da un lento flusso di acqua e sostituirli regolarmente. Conviene comprarli sfusi a peso, costano molto meno. Con 3 euro di pompetta per acquari ( quella con minore l/h che trovi) puoi costruire un impiantino non male.
Avatar utente
Gengis
Utente
Utente
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 15/09/2013, 13:53
Località: Siracusa
Coltivatore: 12 set 2013
Nome: Angelo

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Paolo CPI » 13/01/2014, 8:24

Io non credo che con i soli carboni attivi si possa ottenere acqua idonea da utilizzare in gran quantità (se è per poche volte potresti lasciarla anche cosi com'è).
I carboni attivi trattengono alcuni ioni come i cloruri, ma non hanno alcun effetto sui carbonati.
Quindi se hai una cisterna già piazzata sotto una grondaia o comunque predisposta per la raccolta di acqua piovana, ti consiglierei di vuotarla e lasciare che si riempia un po' alla volta di nuova acqua che avra valori certamente migliori.

Paolo
Avatar utente
Paolo CPI
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 28/02/2011, 9:30
Località: Trentino
Medals: 1
Secondo classificato (1)
Titolo: DR. GreenHOUSE
Nome: Paolo

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Gengis » 13/01/2014, 12:10

Ma se parliamo di acqua piovana che carbonati avrà con una conducibilità di 70µS ? meno di 1°F ? Perche il carbone attivo non dovrebbe absorbire i carbonati ?

Il problema da analizzare è : La cisterna è sporca per questo si ha una conducibilità di 70µS oppure la pioggia di per se ha quella conducibilità in quella zona?

Comunque io credo che con i carboni attivi, e il sistema descritto si possa scendere anche di 30-40 µS, arrivando a normali valori ottenibili da impianti da osmosi inversa domestici.
Avatar utente
Gengis
Utente
Utente
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 15/09/2013, 13:53
Località: Siracusa
Coltivatore: 12 set 2013
Nome: Angelo

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Paolo CPI » 13/01/2014, 13:53

Gengis ha scritto:Ma se parliamo di acqua piovana che carbonati avrà con una conducibilità di 70µS ? meno di 1°F ?


70µS non è un valore particolarmente elevato e quindi anche il contenuto in carbonati non sarà elevato e quindi secondo me e come detto l'acqua potrebbe essere anche utilizzata così comè per un breve periodo.

Gengis ha scritto:Perche il carbone attivo non dovrebbe absorbire i carbonati ?

Perchè il carbone attivo lavora secondo un processo detto adsorbimento per cui vengono adsorbite e quindi tolte alcune sostanze (come il cloro) e altre no! (come i carbonati)
Per info si può vedere qui ad esempio.

Gengis ha scritto:Il problema da analizzare è : La cisterna è sporca per questo si ha una conducibilità di 70µS oppure la pioggia di per se ha quella conducibilità in quella zona?

Il valore potrebbe essere dovuto sia alla cisterna sporca che per acqua piovana che ha raccolto impurità nell'atmosfera. Potrebbero bastare anche pochi minuti di pioggia sporca (di sabbia) per alzare di un bel po la conducibilità di tutta la cisternetta.
Non ne farei una questione di "pioggia di una particolare zona": se la pioggia è iniziata già da un bel po l'atmosfera sarà più pulita e l'acqua raccolta sarà certamente migliore.

Gengis ha scritto: Comunque io credo che con i carboni attivi, e il sistema descritto si possa scendere anche di 30-40 µS, arrivando a normali valori ottenibili da impianti da osmosi inversa domestici.

Gli impianti ad osmosi inversa solitamente rilasciano acqua con valori ben più bassi ; il mio con un acqua in entrata di 430µS la rilascia a 2-3µS.
Comunque tentar non nuoce; certamente il mio consiglio di vuotare, pulire e riempire la cisterna con acqua raccolta come si deve è più economico, veloce e sicuro.

Paolo
Avatar utente
Paolo CPI
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 28/02/2011, 9:30
Località: Trentino
Medals: 1
Secondo classificato (1)
Titolo: DR. GreenHOUSE
Nome: Paolo

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Prompt » 13/01/2014, 14:10

Concordo con Paolo e dalla mia esperienza non utilizzerei carboni attivi, per un acqua di 70 non mi preoccuperei più di tanto, è un acqua ai limiti dell'accettabile ed io la utilizzerei così.
Poi man mano che svuoti la cisterna puoi riempirla con acqua nuova. Se hai la possibilità di svuotarla completamente e pulirla meglio ancora.

La maggior parte delle impurità per chi raccoglie acqua piovana derivano dallo sporco presente in grondaia e quello accumulato sui tetti, mentre la sola sabbia contenuta nell'acqua altera di poco il valore di purezza.

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1850
Iscritto il: 15/04/2010, 14:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Gengis » 13/01/2014, 15:24

Paolo CPI ha scritto:
Gengis ha scritto:Ma se parliamo di acqua piovana che carbonati avrà con una conducibilità di 70µS ? meno di 1°F ?


70µS non è un valore particolarmente elevato e quindi anche il contenuto in carbonati non sarà elevato e quindi secondo me e come detto l'acqua potrebbe essere anche utilizzata così comè per un breve periodo.


Gengis ha scritto:Perche il carbone attivo non dovrebbe absorbire i carbonati ?

Perchè il carbone attivo lavora secondo un processo detto adsorbimento per cui vengono adsorbite e quindi tolte alcune sostanze (come il cloro) e altre no! (come i carbonati)
Per info si può vedere qui ad esempio.


Appunto, proprio perche si parla di absorbire, e quindi abbiamo da fare i conti con le quantità, le affinità e le presenze; un passaggio a lettofluido non farebbe altro che migliorare la qualità dell'acqua aumentando in primis la durata della torba. Il tutto a poche euro, visto che i carboni attivi non costano tanto. In ogni caso ad onor di cronaca anche i carbonati vengono absorbiti dal carbone attivo nonostante altri ioni abbiano un affinità di absorbimento maggiore, ma proprio in questo discorso dobbiamo fare conto con ciò che abbiamo in soluzione.

Gengis ha scritto:Il problema da analizzare è : La cisterna è sporca per questo si ha una conducibilità di 70µS oppure la pioggia di per se ha quella conducibilità in quella zona?

Il valore potrebbe essere dovuto sia alla cisterna sporca che per acqua piovana che ha raccolto impurità nell'atmosfera. Potrebbero bastare anche pochi minuti di pioggia sporca (di sabbia) per alzare di un bel po la conducibilità di tutta la cisternetta.
Non ne farei una questione di "pioggia di una particolare zona": se la pioggia è iniziata già da un bel po l'atmosfera sarà più pulita e l'acqua raccolta sarà certamente migliore.


Devo smentire quello che dici, " le zone particolari" esistono, prova a vedere dove sto io (polo industriale Lukoil-Esso-Air Liquide-Sasol/condea), ossia a non tantissimi km da luca, e sarebbe impensabile usare acqua piovana anche ben dopo l'inizio della stagione piovosa, sempre riferendomi alla conducibilità, quindi l'area geografica è importante.

Gengis ha scritto: Comunque io credo che con i carboni attivi, e il sistema descritto si possa scendere anche di 30-40 µS, arrivando a normali valori ottenibili da impianti da osmosi inversa domestici.


Gli impianti ad osmosi inversa solitamente rilasciano acqua con valori ben più bassi ; il mio con un acqua in entrata di 430µS la rilascia a 2-3µS.
Comunque tentar non nuoce; certamente il mio consiglio di vuotare, pulire e riempire la cisterna con acqua raccolta come si deve è più economico, veloce e sicuro.

Paolo


Tutto dipende dalla membrana semipermeabile, dalle pressioni d'esercizio, temperatura e acqua di partenza... e qualora ci siano altri stadi, dalle resine/carboni usati (anche dal tipo di carboni, che possono essere attivi, superattivi e iperattivi)

Tra i 26 impianti d'osmosi, di tipo economico (tra le 40 e le 100 euro) con cui ho a che fare nessuno produce acqua sotto i 20µS ( su molti conduttimetri si legge il valore 2, ma si tratta di 20µS (unità decimale) per la maggior parte degli apparecchi, basta vedere il manuale per esserne sicuri e capire il motivo -avendo una certa sensibilità sull'apparecchio lo zero è sottinteso ).

Concordo, chè se il problema è la cisterna, si spende meno pulendola.
Avatar utente
Gengis
Utente
Utente
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 15/09/2013, 13:53
Località: Siracusa
Coltivatore: 12 set 2013
Nome: Angelo

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda David » 13/01/2014, 23:06

quell acqua la puoi utilizzare cosi com è... 70 microsiemens sono veramente poca roba (circa 40-50 mg/l come NaCl)

La cisterna può essere sporca solo dei prodotti di ossidazione perché l acqua piovana è aggressiva ma non incrostante poiché essendo pioggia è satura dei gas dell atmosfera ed in particolar modo di CO2 (CO2 + H2O --> H2CO3 --> H+ + HCO3 - --> H+ + CO3 -2)

Per quanto riguarda i carboni attivi: i carboni sono un ottimo adsorbente per la loro immensa porosità tuttavia il meccanismo di adsorbimento è attivato dalla pressione quindi ci fai ben poca cosa se fai semplicemente percolare l acqua attraverso i carboni...

Per quanto riguarda le caratteristiche dell acqua piovana solitamente può contenere fino ai 40 mg/l di sostanze disciolte (che è diverso dal valore di prima ... questo è un valore medio mentre quello di prima è una vera e propria misura della salinità)...
Nelle zone industriali l acqua assorbe ogni tipo di gas ed in particolar modo gli NOx e l SO2 dando fenomeni di piogge acide (formazione di acidi) e soprattutto ad un inalzamento della misura di conducibilità.

Per quanto riguarda i carbonati... quelli che vengono adsorbiti dal carbone sono solo quelli legati... cioè i sali di calcio e magnesio che, nell acqua piovana, sono assenti o si trovano solo in microscopica parte... gli altri rimangono disciolti (prodotto della 2da dissociazione dell acido carbonico... una cifra con circa 11-15 zeri dopo la virgola...)
"Avvicina la cucina e l' amore con sconsiderato abbandono" Dalai Lama

GROWLIST
Avatar utente
David
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1874
Iscritto il: 22/04/2010, 19:59
Località: Roma
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: Nano da giardino
Coltivatore: 15 giu 2009
Nome: David

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Gengis » 14/01/2014, 0:40

I carboni attivi, da diverso tempo vengono appunto "attivati" nell'ultima fase produttiva con trattamento termico - per questo vanno sempre lavati prima di essere utilizzati- (addirittura da un bel po' viene riutilizzato lo stesso identico trattamento termico ad alte pressioni per riciclarli -riattivazione-), sarebbe controproducente farli attraversare dal liquido con chi sà quali pressioni. Infatti in tutti i suoi attuali usi nei trattamenti delle acqua vengono posti in filtri a lettofluido (attraversati in modo obbligato dall'acqua che scorre lentamente). Ciò è facilmente provabile prendendo un bicchiere d'acqua mettendo dentro una goccia di colorante alimentare e qualche grammo di carboni attivi, sicuramente ci vorrà più tempo di un lettofluido, ma anche lasciandoli immobili, dopo diverse ore (come dicevo la velocità di absorbimento si riduce pesantemente) si potrò verificare visivamente che l'acqua è priva di colorante, ché naturalmente è stato absorbito dai carboni. Se una forte pressione attraversasse i carboni attivi si verificherebbero addirittura leggeri fenomeni di lavaggio.
Avatar utente
Gengis
Utente
Utente
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 15/09/2013, 13:53
Località: Siracusa
Coltivatore: 12 set 2013
Nome: Angelo

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda David » 14/01/2014, 2:29

gengis... ti cito Wikipedia perché copiare parte del Giavarini è lunga:

"- Rigenerazione

L'accumulo di inquinanti sulla superficie del carbone attivo determina la perdita graduale del potere di adsorbimento fino al suo annullamento. (e fino qui non ci piove :) )
A questo punto il carbone attivo esausto deve essere sostituito oppure rigenerato attraverso un processo di rigenerazione che fa riacquistare al carbone le proprietà adsorbenti.

La rigenerazione può avvenire mediante:

metodo chimico che prevede l'utilizzo di reattivi chimici per l'ossidazione delle sostanze organiche adsorbite o la loro estrazione con solventi;
flusso di vapore o di gas inerte a temperature relativamente alte per l'allontanamento delle sostanze volatili adsorbite;
processi di rigenerazione biologica;
processi termici, attuati attraverso il riscaldamento del materiale in forni rotanti ad atmosfera controllata fino a temperature di 800-900 °C.
Il metodo più efficace è la riattivazione cioè quello termico ad alte temperature (850-2500 °C)."

L attivazione del carbone avviene mendiante temperatura o chimicamente e consiste nella formazione e nello sviluppo di cavità e pori...
ovviamente quando si progetta non si danno pressioni a caso ma si usano delle pressioni adatte alle necessità strutturali del materiale che prendi in esame... altro dato non da scartare è la difficoltà di sfruttare pressioni cosi elevate in ambito casalingo...
Per quanto riguarda il fenomeno di lavaggio a cui accenni avviene solitamente quando il filtro inizia a dare segni di saturazione... cioè a filtro esaurito o tappato!!! ;)

Poi se ci pensi un impianto ad osmosi inversa ha un prefiltro proprio con i carboni attivi ma è la membrana ad abbassare drasticamente la durezza...
Per quanto riguarda gli impianti industriali usano certametne dei filtri a carboni attivi per l addolcimento ma unicamente come prefiltro visto che il grosso si fa con resine scambiatrici o per precipitazione (nella precipitazione i carboni sono utilizzati anche, a volte, come punti di agglomerazione all interno dei flocculatori)...

Ricapitolando quindi quello che dicevo prima a Luca:
- volendo puo usare quell acqua cosi com è senza grossi problemi perché 70 microsiemens sono una sciocchezza...
- lo sporco della cisterna non può dipendere da incrostazioni di carbonati ma al massimo da qualche punto di ruggine cioè prodotti di ossidazione...
"Avvicina la cucina e l' amore con sconsiderato abbandono" Dalai Lama

GROWLIST
Avatar utente
David
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1874
Iscritto il: 22/04/2010, 19:59
Località: Roma
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: Nano da giardino
Coltivatore: 15 giu 2009
Nome: David

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda Gengis » 14/01/2014, 11:58

Lasciando stare che quello che ho scritto e ciò che tu citi dicono la stessa cosa, ma non vorrei si creasse confusione su una cosa importante:

il carbone attivo viene attivato durante i processi produttivi, e questo lo rende utilizzabile immediatamente (dopo un semplice lavaggio in acqua distillata (o bidistillata). Per l'uso domestico, o industriale non è richiesta alta pressione ne alte temperature, unico requisito è l'attraversamento controllato in flusso continuo (per la massima ottimizzazione). Le pressioni e le temperature di esercizio sono ambiente (tranne nei casi in cui avviene il passaggio di stato e l'acqua diventa solida) . Naturalmente la rigenerazione e/o la riattivazione non è attuabile in ambito domestico.

Detto questo, credo che se per poche euro, perché di questo parliamo, si voglia migliorare la qualità dell'acqua ottenuta tra l'altro gratuitamente (piovana) non ci vedo nulla di male, altrimenti sarebbe da criticare tutti quelli che come me usano sistemi a osmosi inversa con costi molto più elevati dell'acqua piovana.

Quindi, onde evitare possibili polemiche, vista la divergenza, non risponderò ulteriormente a questo 3D, tanto credo che luca abbia trovato risposta alle sue domande.

:) Buona continuazione.
Avatar utente
Gengis
Utente
Utente
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 15/09/2013, 13:53
Località: Siracusa
Coltivatore: 12 set 2013
Nome: Angelo

Re: Acqua piovana con carboni attivi

Messaggioda locato » 09/02/2014, 22:00

mettici della salvinia natans che oltre a togliere le alghe che si formano perché rilascia ossigeno e assorbe i pochi nutrienti che la pioggia assorbe cadendo quando ormai occupa tutto lo specchio d'acqua io ne tolgo la meta e la butto via
socio a.i.p.c.

LA MIA GROWLIST
"I care more about the history of the Drosera than the origin of all the species in the world." - Charles Darwin
locato
Utente
Utente
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 21/11/2012, 22:40
Località: ballo di mirano
Coltivatore: 01 lug 2010
Nome: luca


Torna a Materiali, acqua, temperature e luce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti