Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Paludario aldrovanda

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda .Luca. » 30/04/2012, 11:27

Certo che non so pi๠che fare...
la torba ormai l'ho messa( e pure tantissima) da una settimana e ormai è sotterrata dal ghiaietto.
Poi mettere una zanzariera sul paludario è una buona idea, però da me c'è una typha enorme, inoltre toglierebbe un po' la poesia dell'ambiente acquatico...
I pesci li toglierei se non esistessero le zanzare, poi finalmente ho trovato qualcuno che come me ne ha in un paludario insieme all'aldrovanda e sembra che sia viva la pianta di simone.
Potrei creare degli allevamenti in vasche a parte di dafnie e ostrocodi, da prelevare e mettere nei miei 3 paludari ogni tanto, per nutrire utricularie, pesci e aldrovanda.
Oppure tolgo i pesci, non lo so proprio... vorrei solo trovare la formula perfetta per un paludario con un ottimo ecosistema per l'aldrovanda. I dubbi sono troppi. :uh:
Growlist :)

I Love Utricularia Species And You?

Creare paludari è un'arte, provaci anche tu!
Avatar utente
.Luca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 31/03/2012, 8:54
Località: Roma
Titolo: Aldrovanda Lover
Coltivatore: 0- 0-2008
Nome: Luca

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda saxcbr » 30/04/2012, 12:00

Fare gli allevamenti di cibo vivo separati è sempre preferibile.
Tieni inoltre presente che ad esempio ostracodi e dafnie sono "concorrenti": se li metti insieme in uno stesso ecosistema uno dei 2 prende il sopravvento e l'altro sparisce (parlo x esperienza!) ;)
Avatar utente
saxcbr
Utente
Utente
 
Messaggi: 1080
Iscritto il: 14/12/2011, 13:16
Località: Torino
Coltivatore: 0- 9-2010
Nome: Sara

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda Anna » 30/04/2012, 13:14

Quoto quanto detto dagli altri.
La torba va messa nel paludario, è importante, ma se come dici ne hai messa tantissima ne andrebbe tolta un gran parte (altrimenti, come giustamente ha detto Simone, ti si riempie tutto di alghe).
Simone, possiamo sapere quanto è grande il tuo paludario :P ? In un paludario relativamente piccolo (45 L) non so quale potrebbe essere un giusto "compromesso" tra pesci, piante e microorganismi.
Posso dirti che un paludario con i pesci è sicuramente pi๠difficile da gestire di uno con sole piante e microorganismi: nel secondo caso una volta che il tutto è avviato bene è sufficiente rabboccare l'acqua ogni tanto. Le gambusie invece, per quanto siano adattabili, devono mangiare (tanto...) e hanno bisogno di un po' di attenzioni in pi๠rispetto a dafnie & company :)
A proposito...Le gambusie dove le hai trovate?

Anna :ciao:
Avatar utente
Anna
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1711
Iscritto il: 07/10/2010, 12:47
Località: Svizzera
Medals: 2
Contributo al WP (1) Video Tutorial (1)
Coltivatore: 13 ago 2010
Nome: Anna

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda .Luca. » 30/04/2012, 13:27

Potrei spostare i pesci...
le gambusia le ho comprate da alcuni produttori di piante acquatiche durante una fiera, è difficile trovarle in acquari nella mia zona.
Ho letto che le dafnie mangiano tutto quello che entra nella loro bocca, quindi anche uova di zanzara?
Growlist :)

I Love Utricularia Species And You?

Creare paludari è un'arte, provaci anche tu!
Avatar utente
.Luca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 31/03/2012, 8:54
Località: Roma
Titolo: Aldrovanda Lover
Coltivatore: 0- 0-2008
Nome: Luca

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda zeus80 » 30/04/2012, 13:37

droseromane ha scritto:Ho letto che le dafnie mangiano tutto quello che entra nella loro bocca, quindi anche uova di zanzara?

Credo proprio di no.
Mangiano tutto ciò che entra nel loro apparato filtratore, ma si parla di microparticelle, soprattutto alghe unicellulari, ossia quelle che rendono verdina l'acqua vecchia.
Per questo mantengono l'acqua limpida, e per questo non è necessario nutrirle :)
Avatar utente
zeus80
Utente
Utente
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 29/08/2010, 23:49
Località: Ferrara
Coltivatore: 01 lug 2006
Nome: claudio

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda .piantamagra. » 30/04/2012, 14:19

Tranquillo per i pesci, tienili pure, io li tengo da diversi anni e la loro presenza non ha mai creato problemi.
Problemi che potresti invece avere per quanto riguarda le dimensioni del recipiente. 45l sono davvero pochi per creare un ecosistema stabile che si mantenga in equilibrio. Rischi seriamente che ogni variazione improvvisa di qualche paramentro ti crei un esplosione di alghe difficili poi da eliminare.
Comunque all'inizio la formazione di alghe è fisiologica e tieni presenete che per i primi mesi dovrai conviverci. Poi, quando il paludario avrà  ragiunto il giusto equilibrio, spariranno da sole. E sarebbe questo il momento di introdurre l'Aldro, quindi io ti consiglierei di aspettare e di non acquistarda adesso.
Un consiglio che ti do è quelo di allestirlo e di dimenticarti di lui. L'unica operazione che dovrai fare sarà  quella di rabboccare l'acqua e basta. Ogni altro tuo intervento allungherà  i tempi di maturazione.

Qua puoi dare un'occhiata ai miei paludari:

Link rimosso per violazione del punto 1.7 del regolamento
Anna
...........
Andrea
...........

La mia growlist
Avatar utente
.piantamagra.
Utente
Utente
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 03/07/2010, 18:48
Medals: 2
Primo classificato (1) Terzo classificato (1)
Titolo: Il Pinguicularo
Coltivatore: 0- 0-2004
Nome: Andrea

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda saxcbr » 30/04/2012, 14:25

zeus80 ha scritto:Per questo mantengono l'acqua limpida, e per questo non è necessario nutrirle :)

Su questo avrei da ridire :ops:
Se le allevi come cibo vivo (che sia per pesci o piante poco importa) hai la necessità  che la colonia sia ben numerosa, altrimenti ti ritrovi con un numero veramente esiguo di individui e non riesci a darli agli affamati.
Esistono addirittura ricette per alimentare le dafnie che variano a seconda dell'uso e del periodo ma la cosa pi๠semplice è mettere 2 bottiglie da 1,5lt al sole, la seconda dopo 7 giorni dalla prima (sarebbe preferibile entrambe con un areatore) e dopo 2 settimane le vedrai diventare sempre + verdi. Alimenti le dafnie con parte della prima bottiglia e rabbocchi l'acqua, quando l'acqua delle dafnie è di nuovo limpida, alimenti con l'acqua della seconda bottiglia e quando è di nuovo limpida con 1/10 di un cubetto di lievito di birra fresco sciolto in acqua e poi ricominci.
Se non sono ben alimentate le dafnie anzichè partorie piccoli, fanno le uova che schiuderanno solo quando le condizioni della colonia saranno ottimali e quindi la popolazione non aumenta. ;)
Avatar utente
saxcbr
Utente
Utente
 
Messaggi: 1080
Iscritto il: 14/12/2011, 13:16
Località: Torino
Coltivatore: 0- 9-2010
Nome: Sara

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda gio_mene » 30/04/2012, 14:26

@.piantamagra. complimenti! stupendi tutti e tre...geniale l'idea di usare l'acqua di scarto..:)
Avatar utente
gio_mene
Utente
Utente
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 21/10/2010, 15:16
Località: Bovolone (VR)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 0- 0-2010
Nome: Giovanni

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda zeus80 » 30/04/2012, 14:50

saxcbr ha scritto:
zeus80 ha scritto:Per questo mantengono l'acqua limpida, e per questo non è necessario nutrirle :)

Su questo avrei da ridire :ops:
Se le allevi come cibo vivo (che sia per pesci o piante poco importa) hai la necessità  che la colonia sia ben numerosa, altrimenti ti ritrovi con un numero veramente esiguo di individui e non riesci a darli agli affamati.
Esistono addirittura ricette per alimentare le dafnie che variano a seconda dell'uso e del periodo ma la cosa pi๠semplice è mettere 2 bottiglie da 1,5lt al sole, la seconda dopo 7 giorni dalla prima (sarebbe preferibile entrambe con un areatore) e dopo 2 settimane le vedrai diventare sempre + verdi. Alimenti le dafnie con parte della prima bottiglia e rabbocchi l'acqua, quando l'acqua delle dafnie è di nuovo limpida, alimenti con l'acqua della seconda bottiglia e quando è di nuovo limpida con 1/10 di un cubetto di lievito di birra fresco sciolto in acqua e poi ricominci.
Se non sono ben alimentate le dafnie anzichè partorie piccoli, fanno le uova che schiuderanno solo quando le condizioni della colonia saranno ottimali e quindi la popolazione non aumenta. ;)

Tutto giusto Sara :)
Quello che intendevo dire è che non è necessario procurarsi cibi particolari per mantenerle.
Quello che faccio io è rabboccare con l'acqua piovana datata raccolta dentro i secchi, oppure l'acqua del cambio della tartaruga :)
Io però evito il lievito di birra, di certo non è sbagliato ma bisogna tenere presente che le dafnie è pi๠facile intossicarle che affamarle.
Ho letto anche di allevatori che mettono gocce di latte o pezzi di banana, ma per quanto mi riguarda ho paura che un acqua troppo "carica" potrebbe compromettere la sua purezza.
Avatar utente
zeus80
Utente
Utente
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 29/08/2010, 23:49
Località: Ferrara
Coltivatore: 01 lug 2006
Nome: claudio

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda saxcbr » 30/04/2012, 15:19

zeus80 ha scritto:Ho letto anche di allevatori che mettono gocce di latte o pezzi di banana, ma per quanto mi riguarda ho paura che un acqua troppo "carica" potrebbe compromettere la sua purezza.

::D: PRESENTE ::D:
Latte in polvere, spirulina, vitamine, lievito e alghe: avevo le dafnie cicce come maialini :certo:
Avatar utente
saxcbr
Utente
Utente
 
Messaggi: 1080
Iscritto il: 14/12/2011, 13:16
Località: Torino
Coltivatore: 0- 9-2010
Nome: Sara

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda zeus80 » 30/04/2012, 15:41

saxcbr ha scritto: avevo le dafnie cicce come maialini :certo:

Ahahaha! :D
Bellissime! :)
Avatar utente
zeus80
Utente
Utente
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 29/08/2010, 23:49
Località: Ferrara
Coltivatore: 01 lug 2006
Nome: claudio

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda .Luca. » 30/04/2012, 19:45

piantamagra io ho sempre preso spunto dai tuoi paludari(io sono drosera!), sono opere viventi!
Poi ho contattato per tutto il pomeriggio Altair w(non so se la conoscete) e cosଠho deciso di creare un nuovo paludario seguendo le sue istruzioni:
fondo torboso e con molte foglie, piante senza vaso ancorate e niente pesci, conchiglie... solo lumache e dafnie o ostrocodi o ciclopi, e qualche pianta galleggiante.
Metterò l'aldrovanda in entrambi i paludari e vedremo.
Inoltre ricordo che l'ordine cumulativo è l'unico modo che ho per ottenere l'aldrvanda. Quindi o ora o mai pià¹.
Growlist :)

I Love Utricularia Species And You?

Creare paludari è un'arte, provaci anche tu!
Avatar utente
.Luca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 31/03/2012, 8:54
Località: Roma
Titolo: Aldrovanda Lover
Coltivatore: 0- 0-2008
Nome: Luca

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda .Luca. » 05/05/2012, 18:52

Ho creato il paludario! Ma le foglie morte galleggiano... come faccio adesso? Poi ho separato la torba con della sabbia di quarzo dal resto in modo che non fluttuasse, ma ora l'acqua è limpida e non marroncino-giallo.
E ora? :piango:
Le piante palustri(typha e juncus effusus) le ho messe in contenitori forellati dall'acqua, ma sono per 5 cm....
Growlist :)

I Love Utricularia Species And You?

Creare paludari è un'arte, provaci anche tu!
Avatar utente
.Luca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 31/03/2012, 8:54
Località: Roma
Titolo: Aldrovanda Lover
Coltivatore: 0- 0-2008
Nome: Luca

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda saxcbr » 05/05/2012, 19:19

droseromane ha scritto:Ho creato il paludario! Ma le foglie morte galleggiano... come faccio adesso? Poi ho separato la torba con della sabbia di quarzo dal resto in modo che non fluttuasse, ma ora l'acqua è limpida e non marroncino-giallo.
E ora? :piango:

I tanniti della torba vengono rilasciati gradualmente, quindi l'acqua non si colora subito. Le foglie prima o poi scendono.

droseromane ha scritto:Le piante palustri(typha e juncus effusus) le ho messe in contenitori forellati dall'acqua, ma sono per 5 cm....

Che intendi ??
Avatar utente
saxcbr
Utente
Utente
 
Messaggi: 1080
Iscritto il: 14/12/2011, 13:16
Località: Torino
Coltivatore: 0- 9-2010
Nome: Sara

Re: Paludario aldrovanda

Messaggioda .Luca. » 05/05/2012, 19:26

Intendo che le piante palustri in realtà  le dovevo mettere senza vaso ancorate sul fondo o su un'isola di torba, ma dato che mi sembrava un po' instabile, le ho messe in un "vaso" forellato in modo che le radici possano tranquillamente evadere ovunque.
Speriamo che le foglie scendano presto... ci ho buttato 4 lumachine circa.
Growlist :)

I Love Utricularia Species And You?

Creare paludari è un'arte, provaci anche tu!
Avatar utente
.Luca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 31/03/2012, 8:54
Località: Roma
Titolo: Aldrovanda Lover
Coltivatore: 0- 0-2008
Nome: Luca

PrecedenteProssimo

Torna a Aldrovanda

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti