Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Salvataggio da morte sicura

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda Fighter91 » 18/07/2012, 17:45

Mettine un paio di cm nel sottovaso, tieni gli ascidi sempre pieni d'acqua, spostala tranquillamente al sole diretto per mezza giornata ;)
Rock around the World

\,,,/>.<\,,,/

Growlist
Avatar utente
Fighter91
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1342
Iscritto il: 24/04/2010, 15:21
Località: Genova
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: Rocker
Coltivatore: 0- 6-2006
Nome: Lorenzo

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda alep » 21/07/2012, 16:16

Fighter91 ha scritto:Mettine un paio di cm nel sottovaso, tieni gli ascidi sempre pieni d'acqua, spostala tranquillamente al sole diretto per mezza giornata ;)

In realtà  è in un vaso a riserva d'acqua, che è sempre pieno. Proverò a mettere acqua negli ascidi. Grazie!
Piuttosto che niente, meglio piuttosto.
Avatar utente
alep
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 26/04/2010, 18:34
Località: Cantù (Como)
Coltivatore: 01 nov 2004
Nome: Alessandro

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda alep » 03/01/2013, 15:35

Ciao a tutti e buon anno!
Riprendo questa mia discussione perchà© la coltivazione di questa povera Heliamphora pare non riuscirmi proprio...
Adesso naturalmente è in casa, in bagno dove il clima è piuttosto umido, e dietro a una finestra che dà  verso sud, quindi con tanta luce.
Ma mi pare che la piantina non sia mai "maturata": sempre cosà¬, con ascidi che iniziano a crescere (timidamente) ma che poi seccano quasi subito.
Il substrato è torba+perlite+bark in minima parte, vaso a riserva d'acqua.
Sono in Brianza, dove l'inverno è rigido e l'estate dura meno che altrove, ma... pensavo di ottenere risultati migliori, come con tutte le altre sarracenie, drosere, dionee, e nepenthes. Dove sbaglio secondo voi?

Immagine
Piuttosto che niente, meglio piuttosto.
Avatar utente
alep
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 26/04/2010, 18:34
Località: Cantù (Como)
Coltivatore: 01 nov 2004
Nome: Alessandro

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda Will » 03/01/2013, 15:48

da quando hai acquistato la pianta, l'hai mai concimata?
Avatar utente
Will
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 660
Iscritto il: 21/10/2011, 14:33
Località: Livorno
Titolo: Il Padrone
Coltivatore: 0- 0-2011
Nome: Giacomo

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda alep » 03/01/2013, 16:23

Will ha scritto:da quando hai acquistato la pianta, l'hai mai concimata?

No, mai...
Piuttosto che niente, meglio piuttosto.
Avatar utente
alep
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 26/04/2010, 18:34
Località: Cantù (Como)
Coltivatore: 01 nov 2004
Nome: Alessandro

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda HJ Kuz » 03/01/2013, 16:44

Io credo sia un mix di fattori, temperatura non ottimale, scarsa umidità  ambientale, magari illuminazione non ottimale in inverno(prende sole diretto ?) ed anche scarsità  di nutrienti !!
Dacci qualche info in pi๠!!
Avatar utente
HJ Kuz
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3777
Iscritto il: 29/05/2010, 22:01
Località: Firenze
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: High Jumper
Nome: Lorenzo

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda Prompt » 03/01/2013, 17:35

Concordo con HJ, aggiungo anche di tenere il substrato areato, il vaso a riserva d'acqua non è il preferito per questo genere di pianta, io ho amici in germania che sicuramente non hanno il clima della brianza eppure coltivano molte specie di Heli e nel fondo del vaso usano 2 cm di argilla espansa. Inoltre se la temperatura notturna non va sotto zero puoi tenerla tranquillamente fuori in serra fredda, le heli sono molto resistenti e apprezzano l'escursione termica tra giorno e notte. Io personalmente abito a Roma e le ho tenute in serra fredda anche quando la notte gelava il risultato è che ancora sfornano ascidi :)

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1831
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda alep » 03/01/2013, 18:59

Caspita... addirittura in serra fredda? Pensavo fossero pi๠delicate leggendo Wikiplants.
Diciamo che qui, in questo periodo, va spesso sotto zero di notte, mentre di giorno siamo a 5/10 í‚°C al massimo.
Che info ti occorre HJ?
Se la tengo sul davanzale del bagno ha il sole diretto filtrato dal vetro, ma posso tranquillamente metterci davanti una tenda bianca che lo filtra. In bagno ho temperature costanti abbastanza "fredde" (15/18) perchà© è una casa un po' sfigata...
Per prima cosa cambio il vaso allora. Come materiale ho a disposizione torba + perlite di Oliomar e del bark.
Piuttosto che niente, meglio piuttosto.
Avatar utente
alep
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 26/04/2010, 18:34
Località: Cantù (Como)
Coltivatore: 01 nov 2004
Nome: Alessandro

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda HJ Kuz » 03/01/2013, 19:52

Nono il sole è bene che lo prenda. In inverno col fotoperiodo corto si deve compensare con una buona esposizione luminosa, altrimenti ci vuole della luce supplementare !!
Le temperature non sono male. Cerca di nebulizzarla ogni tanto, è una pianta che necessita di un buon tasso di umidità  !!
Anch'io tre anni fa provai a tenere in serretta fredda una divisione, ma già  a Firenze nei mesi di Dicembre-Gennaio fa troppo freddo :(
Sul vaso non adatto concordo, considera che c'è chi le coltiva in vaso forati !!
Il bark lo lascerei perdere, vai di torba perlite classico, magari eccendendo un poco sulla perlite e sarebbe perfetto dello sfagno vivo da mettere nello strato superficiale !! ;)
Avatar utente
HJ Kuz
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3777
Iscritto il: 29/05/2010, 22:01
Località: Firenze
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: High Jumper
Nome: Lorenzo

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda alep » 04/01/2013, 10:52

Quindi, ricapitolando:
- temperature attuali in casa ok
- all'esterno meglio pi๠avanti quando non avremo minime cosଠbasse (si andrà  a marzo/aprile)
- esposizione al sole diretto soprattutto adesso che è meno caldo
- nebulizzare
- rinvaso in contenitore pi๠adatto (vaso forato sul fondo intendete?) e con maggior percentuale di perlite

Sfagno: non ne ho ma mi sono guardato il tutorial per coltivarlo e potrei provarci... anche se non penso abbia molto senso per una piantina soltanto (le altre sono dionee, sarracenie, al limite lo utilizzerei per le drosere e per la nepenthes, vero?).
Piuttosto che niente, meglio piuttosto.
Avatar utente
alep
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 26/04/2010, 18:34
Località: Cantù (Como)
Coltivatore: 01 nov 2004
Nome: Alessandro

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda valerio » 05/01/2013, 21:38

Lo sfagno si può usare un pò per tutti i generi di carnivore. Nepenthes lo apprezza molto, Sarracenia pure, soprattutto se parliamo di S. purpurea o S. minor var. okeefenokeensis, Drosera dipende dalla specie, ma quelle da clima temperato lo adorano, e a mio parere anche la dionea ne trae giovamento se non è troppo e non la soffoca, quindi non ti preoccupare! ;)
Valerio
Gualdo Tadino (Perugia)
Avatar utente
valerio
Utente
Utente
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 14/08/2011, 13:40
Località: Gualdo Tadino (Perugia)
Coltivatore: 0- 0-2000
Nome: Valerio

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda alep » 14/01/2013, 15:13

Ciao a tutti di nuovo,
ecco come ho risistemato la mia pianta:

Immagine

Ho trovato lo sfagno in un garden qui a Cantà¹.
A tal proposito:
- è troppo? devo magari togliere un po' di torba per farlo entrare tutto nel vaso secondo voi?
- per mantenerlo idratato è necessario nebulizzare?
Piuttosto che niente, meglio piuttosto.
Avatar utente
alep
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 26/04/2010, 18:34
Località: Cantù (Como)
Coltivatore: 01 nov 2004
Nome: Alessandro

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda blackd.712 » 14/01/2013, 15:37

ciao,la quantità  va bene,per il primo periodo ti consiglio di nebulizzarlo e dopo grazie all'acqua del sottovaso dovrebbe rimanere vivo :)
Damiano
-----------------------
GROWLIST e foto 2012 - 2013

Immagine
Avatar utente
blackd.712
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 776
Iscritto il: 05/09/2012, 14:14
Località: Montebelluna (TV)
Highscores: 5
Medals: 1
Primo classificato (1)
Coltivatore: 11 mar 2012
Nome: Damiano

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda alep » 14/01/2013, 18:11

Ti ringrazio molto!
Piuttosto che niente, meglio piuttosto.
Avatar utente
alep
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 26/04/2010, 18:34
Località: Cantù (Como)
Coltivatore: 01 nov 2004
Nome: Alessandro

Re: Salvataggio da morte sicura

Messaggioda pawa » 15/01/2013, 10:42

Adesso che l'hai rinvasata potresti cominciare pian piano tra una settimana (qualora fosse stressata per il rinvaso) a concimarla, a mio parere l'ideale sarebbe di iniziare con il sinergon2000 o l'aminos che con il loro contenuto vanno pi๠a fortificare la pianta e farla ripartire dallo stress per poi passare a concimi come quello riportato nel wiki http://www.cpitalia.net/wiki/index.php? ... eSiepi.jpg che è ottimo!
Occhio che ci sia sempre un pò di acqua negli ascidi!
Avatar utente
pawa
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 556
Iscritto il: 16/07/2011, 17:46
Località: Perugia
Nome: simone

PrecedenteProssimo

Torna a Heliamphora

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron