Pagina 7 di 8

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 29/06/2011, 23:00
da Roberto
ice00 ha scritto:Visto che ora ho i semi di questa pianta e mi appresto a seminarne alcuni a breve, mi unisco alla discussione e vi espongo quello che mi è venuto in mente stasera mentre facevo jogging riguardo al substrato che "invecchia".
Se il problema fosse nella sostanza organica della torba che dopo 3 anni finisce, non si potrebbe usare la tecnica del doppio vaso come ricambio della torba?

In pratica nel vaso interno (tipo di plastica, con molti fori nello strato inferiore, ma tali da non lasciar uscire le radici) si mette materiale inerte, tipo un mix di Perlite, Lapillo, Sabbia, Vermiculite.

Nel vaso esterno si mette torba + perlite e qualche chiodo. Questo substrato lo cambiamo ogni anno, cosଠla sostanza organica rimane sempre alta e per il fatto che è sul vaso esterno non intacchiamo la pianta.

Se l'acqua la mettiamo nel sottovaso del vaso esterno, per capillarità  dovrebbe salire portandosi le sostanze organiche e il ferro (rilasciato dal fatto che è in sostanze acide) verso l'alto e quindi dentro il secondo vaso a disposizione delle radici della pianta.

Magari questa soluzione l'avete già  sperimentata e non funziona (perchè le radici devono essere a contatto con la parte organica per assorbirla), però è una idea che mi è venuta :P

Potresti provare a mescolare un po' di torba al materiale inerte del primo vaso, e mettere solo torba e perlite nel secondo! Prova a sperimentare! ;)

Paolo2710 ha scritto:Due droso son morti...

Conosci per caso il motivo?

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 30/06/2011, 7:49
da ice00
Non sarebbe male avere un vaso interno come uno di questi per la prova:

http://www.coltivazioneindoor.it/vaso-s ... 12-5l.html

http://www.coltivazioneindoor.it/vasi-s ... 0-8cm.html

cosଠla torba esterna è molto pi๠vicina alle radici, essendo tutta attorno

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 30/06/2011, 9:03
da capensos
Già  pero cosଠle radici uscirebbero dai buchetti perchà© non ci sarebbe pi๠l'effetto "potante" dell' aria e ci si ritroverebbe con il secondo vaso pieno di radici, io non so se avessi molti semi proverei l'idroponica cosଠda capire veramente quale e il mix giusto per farlo crescere perennemente! Che ne dite? Perlomeno in idroponica, fornendo sempre microelementi nuovi, si e sicuri che non sia qualche elemento che va ad esaurirei nella torba durante gli anni a causarne la morte ed inoltre non si pone il problema del rinvaso... Mmm mi sta venendo voglia di pigliare un po di semi far crescere la piantina e appena fiorisce iniziar a sperimentare. Mi togliete una curiosità  qualcuno ha provato a farlo crescere in terrario? Solo per sapere se ce la possibilità  di seminario per esempio anche in questo periodo...grazie

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 30/06/2011, 9:24
da ice00
La mia intenzione sarebbe quella di seminare alcuni semi adesso ed eventualmente tenerli in terraio in inverno e rimvasare l'anno prossimo poi con tutto il pane di terra quelli che nascono

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 30/06/2011, 15:33
da Paolo2710
Roberto ha scritto:
ice00 ha scritto:Visto che ora ho i semi di questa pianta e mi appresto a seminarne alcuni a breve, mi unisco alla discussione e vi espongo quello che mi è venuto in mente stasera mentre facevo jogging riguardo al substrato che "invecchia".
Se il problema fosse nella sostanza organica della torba che dopo 3 anni finisce, non si potrebbe usare la tecnica del doppio vaso come ricambio della torba?

In pratica nel vaso interno (tipo di plastica, con molti fori nello strato inferiore, ma tali da non lasciar uscire le radici) si mette materiale inerte, tipo un mix di Perlite, Lapillo, Sabbia, Vermiculite.

Nel vaso esterno si mette torba + perlite e qualche chiodo. Questo substrato lo cambiamo ogni anno, cosଠla sostanza organica rimane sempre alta e per il fatto che è sul vaso esterno non intacchiamo la pianta.

Se l'acqua la mettiamo nel sottovaso del vaso esterno, per capillarità  dovrebbe salire portandosi le sostanze organiche e il ferro (rilasciato dal fatto che è in sostanze acide) verso l'alto e quindi dentro il secondo vaso a disposizione delle radici della pianta.

Magari questa soluzione l'avete già  sperimentata e non funziona (perchè le radici devono essere a contatto con la parte organica per assorbirla), però è una idea che mi è venuta :P

Potresti provare a mescolare un po' di torba al materiale inerte del primo vaso, e mettere solo torba e perlite nel secondo! Prova a sperimentare! ;)

Paolo2710 ha scritto:Due droso son morti...

Conosci per caso il motivo?



Il motivo è che li ho trapiantati piccolissimi... erbi mi aveva detto che se prendevo tutta la zolla ero sicuro...
Essendo piccolissimi.. ho usato un cucchiaio di quelli grandi da cucina... non quelli che si usano per mangiare... per prendere pi๠terra possibile...
Ma dopo un pò sono morti.

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 14/07/2011, 7:12
da Sonia Wild
Paolo2710 ha scritto:
Roberto ha scritto:
ice00 ha scritto:Visto che ora ho i semi di questa pianta e mi appresto a seminarne alcuni a breve, mi unisco alla discussione e vi espongo quello che mi è venuto in mente stasera mentre facevo jogging riguardo al substrato che "invecchia".
Se il problema fosse nella sostanza organica della torba che dopo 3 anni finisce, non si potrebbe usare la tecnica del doppio vaso come ricambio della torba?

In pratica nel vaso interno (tipo di plastica, con molti fori nello strato inferiore, ma tali da non lasciar uscire le radici) si mette materiale inerte, tipo un mix di Perlite, Lapillo, Sabbia, Vermiculite.

Nel vaso esterno si mette torba + perlite e qualche chiodo. Questo substrato lo cambiamo ogni anno, cosଠla sostanza organica rimane sempre alta e per il fatto che è sul vaso esterno non intacchiamo la pianta.

Se l'acqua la mettiamo nel sottovaso del vaso esterno, per capillarità  dovrebbe salire portandosi le sostanze organiche e il ferro (rilasciato dal fatto che è in sostanze acide) verso l'alto e quindi dentro il secondo vaso a disposizione delle radici della pianta.

Magari questa soluzione l'avete già  sperimentata e non funziona (perchè le radici devono essere a contatto con la parte organica per assorbirla), però è una idea che mi è venuta :P

Potresti provare a mescolare un po' di torba al materiale inerte del primo vaso, e mettere solo torba e perlite nel secondo! Prova a sperimentare! ;)

Paolo2710 ha scritto:Due droso son morti...

Conosci per caso il motivo?



Il motivo è che li ho trapiantati piccolissimi... erbi mi aveva detto che se prendevo tutta la zolla ero sicuro...
Essendo piccolissimi.. ho usato un cucchiaio di quelli grandi da cucina... non quelli che si usano per mangiare... per prendere pi๠terra possibile...
Ma dopo un pò sono morti.


teniamo conto del fatto che i droso hanno un tasso di mortalità  non indifferente dei seedling...a prescindere da come si coltivano.

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 14/07/2011, 15:27
da Er Biconzo
quoto, se hai fatto tutto tenendo la zolla e non hai intaccato le radici, le piante sono morte per altri motivi (torba non buona, errore di coltivazione, sfighe e jelle varie) e non di certo per il rinvaso.

Succede :)

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 14/07/2011, 19:48
da Paolo2710
quando le ho trapiantate erano micro...

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 15/07/2011, 12:48
da Er Biconzo
sono cose che succedono, non abbatterti :)
Vedrai che la prossima volta andrà  meglio :)

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 31/07/2011, 9:59
da gio_mene
nessuno ha mai usato un substrato di solo lapillo o tufo?

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 24/08/2011, 20:07
da Paolo2710
Mo son arrivati dei semini da Fonta.78 devo aspettare il prossimo anno per riprovare ?

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 24/08/2011, 21:26
da Roberto
Si, direi di seminarli direttamente la primavera successiva.. :)

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 04/03/2012, 15:25
da Anna
Ciao :)
oggi mi è venuta in mente una cosa... E se la vita lunga del droso in natura fosse legata ad una simbiosi con un fungo (cioè una micorriza...)?
Cioè, se nel terreno in cui vivono in natura ci fosse un fungo simbionte che in coltivazione non si puo' "ottenere"?

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 05/03/2012, 17:31
da Roberto
Potrebbe essere una possibilità ! ;)
Il problema è che non lo sapremo mai, almeno fino a che non venga fatta una analisi microscopica alle radici! Sicuramente, avendo visto le radici di un droso, mi sento di escludere eventuali simbiosi che producono galle sulle radici (vedi leguminose, per l'azotofissazione), poichè purtroppo non ne possiede...

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

MessaggioInviato: 05/03/2012, 20:18
da egiziano
Ho un solo drosophyllum,seminato l'anno scorso.Ancora alto solo 4o5 cm. Ho adperato la torba del giardiniere,e perlite,al 50/50 terreno sempre e solo umido,e innaffio dall'alto fino a che non esce acqua dai fori,e aspetto che si asciuga, (tipo cephalotus).Lentamente ma anche in inverno jha srotolato qualche fogliolina.
Da tre giorni ho seminato 15 semi,vedremo come va,ma anche io vorrei provare a mettere un chiodo arruginito molto vicino alla pianta,in modo che la ruggine cada direttamente nelle radici,quando innaffio.
Egiziano.