Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

risolviamo una volta per tutte il problema!!

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Er Biconzo » 30/03/2011, 23:45

ottime notizie :)
Avatar utente
Er Biconzo
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 7802
Iscritto il: 23/03/2010, 20:24
Località: Albano Laziale (ROMA)
Medals: 1
Amministratore (1)
Titolo: The Doctor
Coltivatore: 19 feb 2002
Nome: Gianluigi

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Roberto » 31/03/2011, 1:33

Mi è venuto anche un altro dubbio....ora, personalmente non conosco i "comportamenti" in natura del drosophyllum, ma un dubbio mi assale....quante fioriture fa un droso in coltivazione? E quante ne fa invece in natura? I drosophyllum in coltivazione fioriscono principalmente in primavera-estate-autunno (a volte anche continuamente per due o tre mesi)...non è che (per caso) ripetute fioriture portano ad un eccessivo stress, fino a causarne la morte, magari in contemporanea all'esaurirsi delle sostanze nel terreno?
Avatar utente
Roberto
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1458
Iscritto il: 20/05/2010, 16:16
Località: Montecatini Terme (PT)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 01 gen 2007
Nome: Roberto

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Er Biconzo » 31/03/2011, 13:12

non sarebbe male ogni tanto tagliare qualche fioritura e farne talee da stelo floreale :sisi:
Avatar utente
Er Biconzo
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 7802
Iscritto il: 23/03/2010, 20:24
Località: Albano Laziale (ROMA)
Medals: 1
Amministratore (1)
Titolo: The Doctor
Coltivatore: 19 feb 2002
Nome: Gianluigi

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Roberto » 31/03/2011, 15:57

Io infatti sarei tentato a fargliene fare, che ne so, tipo 3 o 4....poi il resto tagliare, esattamente come si fa con i fiori delle comuni drosere...poi ci sta' che le mie siano solo supposizioni e che possa tranquillamente sopravvivere anche dopo 40 fioriture, o morire invece subito dopo la prima... :boh:
Avatar utente
Roberto
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1458
Iscritto il: 20/05/2010, 16:16
Località: Montecatini Terme (PT)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 01 gen 2007
Nome: Roberto

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Claudio » 31/03/2011, 18:14

Si possono fare talea da stelo con il Droso? buona a sapersi.. sfagno, vericulite, torba, mix sabbioso?
La tortura di esseri senzienti, qualunque ne sia il pretesto e in qualsiasi forma,
non può portare a più di quanto non abbia già  portato: mostrarci qual è il punto più basso a cui l'uomo possa arrivare.

We are all earthlings, make the connection
Avatar utente
Claudio
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 2599
Iscritto il: 15/06/2010, 15:23
Località: Udine
Medals: 2
Contributo al WP (1) Secondo classificato (1)
Titolo: ViceAdmin-Tesoriere
Coltivatore: 01 gen 2002
Nome: Claudio

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda .Pico. » 31/03/2011, 18:25

Claudio ha scritto:Si possono fare talea da stelo con il Droso? buona a sapersi.. sfagno, vericulite, torba, mix sabbioso?


Dai un'occhiata quà¬:
http://www.mondocarnivoro.it/index.php? ... nirecid=23
Avatar utente
.Pico.
Utente
Utente
 
Messaggi: 94
Iscritto il: 15/04/2010, 19:22
Coltivatore: 19 giu 2004
Nome: Giordano

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda HJ Kuz » 31/03/2011, 18:35

Rooooooob taleizza subito :P
Avatar utente
HJ Kuz
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3777
Iscritto il: 29/05/2010, 22:01
Località: Firenze
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: High Jumper
Nome: Lorenzo

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Claudio » 31/03/2011, 18:37

Comunque, per rimanere in tema, oggi ho rinvasato il mio Droso in un composto piuttosto sciolto simile a quello in cui è stato coltivato da Carow fino a Mira, e da Mira fino oggi da me. Non chiedetemi le proporzioni per.. ho usato: torba, perlite, vermiculite, sabbia di fiume e ghiaino sottile. Per ora non sembra aver accusato.. ho comunque evitato di "sbisiare" le radici, l'ho rinvasato con tutto il suo pane. Interessante notare che Carow aveva disposto sul fondo del vaso uno strato di serapis.. chissà  se solo a scopo drenante o ha effettivamente qualche proprietà  benefica..

Grazie Pico per il link, mooolto interessante ;)
La tortura di esseri senzienti, qualunque ne sia il pretesto e in qualsiasi forma,
non può portare a più di quanto non abbia già  portato: mostrarci qual è il punto più basso a cui l'uomo possa arrivare.

We are all earthlings, make the connection
Avatar utente
Claudio
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 2599
Iscritto il: 15/06/2010, 15:23
Località: Udine
Medals: 2
Contributo al WP (1) Secondo classificato (1)
Titolo: ViceAdmin-Tesoriere
Coltivatore: 01 gen 2002
Nome: Claudio

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Roberto » 31/03/2011, 19:31

.Pico. ha scritto:Dai un'occhiata quà¬:
http://www.mondocarnivoro.it/index.php? ... nirecid=23

Grazie mille per la condivisione! :-) Avevo letto anch'io tempo fa questo articolo, però per il momento non posso applicare la tecnica poichè il mio droso ancora non ha fiorito!! :-)

Claudio ha scritto:Comunque, per rimanere in tema, oggi ho rinvasato il mio Droso in un composto piuttosto sciolto simile a quello in cui è stato coltivato da Carow fino a Mira, e da Mira fino oggi da me. Non chiedetemi le proporzioni per.. ho usato: torba, perlite, vermiculite, sabbia di fiume e ghiaino sottile. Per ora non sembra aver accusato.. ho comunque evitato di "sbisiare" le radici, l'ho rinvasato con tutto il suo pane. Interessante notare che Carow aveva disposto sul fondo del vaso uno strato di serapis.. chissà  se solo a scopo drenante o ha effettivamente qualche proprietà  benefica..

Secondo me hai fatto un ottimo lavoro!!! Il terreno molto sciolto è infatti una delle caratteristiche fondamentali del reale substrato in cui vive....
P.s. ho messo pure io uno strato di circa 3 cm sul fondo (però di argilla espansa) e un altro strato pure nel sottovaso...in questo modo il vaso rimane "alzato", evito i ristagni di acqua, ma non impedisco la risalita capillare quando annaffio dal basso!
P.s.2: Claudio, io ho messo anche un pezzo di ferro vicino al fusto del droso, interrandolo...i terreni in cui vivono sono "terre rosse", chiamate cosଠappunto per il colore rosso, conferitogli da un mix di argilla e ossido di ferro! :-)
Avatar utente
Roberto
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1458
Iscritto il: 20/05/2010, 16:16
Località: Montecatini Terme (PT)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 01 gen 2007
Nome: Roberto

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Claudio » 31/03/2011, 19:33

Proverò a dargli del solfato di ferro a dosi minime e vediamo se gradisce :sisi:
La tortura di esseri senzienti, qualunque ne sia il pretesto e in qualsiasi forma,
non può portare a più di quanto non abbia già  portato: mostrarci qual è il punto più basso a cui l'uomo possa arrivare.

We are all earthlings, make the connection
Avatar utente
Claudio
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 2599
Iscritto il: 15/06/2010, 15:23
Località: Udine
Medals: 2
Contributo al WP (1) Secondo classificato (1)
Titolo: ViceAdmin-Tesoriere
Coltivatore: 01 gen 2002
Nome: Claudio

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Roberto » 31/03/2011, 19:42

Sai cosa potresti fare? Aspetta che fiorisca, e poi prova a fare una talea (come sicuramente farò io)! Una volta attecchita, prova a somministrare il ferro a quella pi๠piccola, e non lo somministrare alla "madre", e vediamo le differenze tra le due! :-)
Io non appena mi fiorisce, provo immediatamente! :-)
Che ne dici, potrebbe essere un'idea?
Avatar utente
Roberto
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1458
Iscritto il: 20/05/2010, 16:16
Località: Montecatini Terme (PT)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 01 gen 2007
Nome: Roberto

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Claudio » 31/03/2011, 20:38

Beh sicuramente è una buona idea, anche perchè se reagisce male al massimo uccido una talea e non la madre :asd:
La tortura di esseri senzienti, qualunque ne sia il pretesto e in qualsiasi forma,
non può portare a più di quanto non abbia già  portato: mostrarci qual è il punto più basso a cui l'uomo possa arrivare.

We are all earthlings, make the connection
Avatar utente
Claudio
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 2599
Iscritto il: 15/06/2010, 15:23
Località: Udine
Medals: 2
Contributo al WP (1) Secondo classificato (1)
Titolo: ViceAdmin-Tesoriere
Coltivatore: 01 gen 2002
Nome: Claudio

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Roberto » 01/04/2011, 1:22

Esattamente!!! Non volevo farti sacrificare la pianta madre, per questo te l'ho detto.... ;)
Il pezzo di ferro che ho infilato io nel terreno, garantisce un lento rilascio di ossido che, se somministrato in forma liquida, potrebbe creare dei problemi alla pianta, vista la sua velocità  di assorbimento! Per evitare inutili "sacrifici", prova a fare questo tentativo quando ne hai due...lo stesso farò io :-)
Avatar utente
Roberto
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1458
Iscritto il: 20/05/2010, 16:16
Località: Montecatini Terme (PT)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 01 gen 2007
Nome: Roberto

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Paolo2710 » 10/04/2011, 18:11

Se cercate un substrato ferroso... potrei consigliarvi quello che viene usato per gli acquari... la laterite...

C'è in sfere... si sbriciola.. e contiene molto ferro -.-
Paolo2710
Utente
Utente
 
Messaggi: 447
Iscritto il: 26/03/2011, 16:39
Località: Pistoia
Coltivatore: 0- 0-2007
Nome: Paolo

Re: risolviamo una volta per tutte il problema!!

Messaggioda Roberto » 10/04/2011, 22:02

Grazie mille dell'informazione Paolo! :-)
Potrebbe essere utilizzato per mescolarlo alla normale torba e perlite...per caso sai se la laterite è acida o basica?
Avatar utente
Roberto
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 1458
Iscritto il: 20/05/2010, 16:16
Località: Montecatini Terme (PT)
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Coltivatore: 01 gen 2007
Nome: Roberto

PrecedenteProssimo

Torna a Drosophyllum

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite